FILOSOFIA AZIENDALE
Il vino si fa nel vigneto e senza un grande vigneto non si può fare un grande vino.

ALBERTO VOERZIO
Alberto Voerzio nasce a Bra nel 1983; vive a lavora a La Morra dove fin da bambino manifesta una spiccata passione per la terra e amore per il territorio, che lo hanno indotto a frequentare studi in enologia, durante i quali la passione per il vino cresce.

Successivamente frequentando la facoltà di Scienze e Tecnologie Agrarie, facendo esperienza all’estero e presso una primaria Azienda Vitivinicola in La Morra, Alberto affina e acquisisce ulteriori e fondamentali conoscenze, che gli consentono nel 2006 di avviare l’ Azienda dedicandosi così a tempo pieno all’attività di “vigneron”, occupandosi di tutta la filiera a partire dalla gestione dei vigneti sino alla trasformazione e vendita del prodotto finito.

L’azienda ad oggi dispone di 4 Ha, di cui 1,16 Ha nel cru “La Serra”, 0,5 Ha nel cru Fossati di Barolo nel comune di Barolo mentre i restanti vigneti sono situati nel comune di La Morra.


Alberto conduce personalmente il vigneto con grande cura e dedizione facendo sempre molta attenzione ad ogni fase e ad ogni manifestazione della vite, conservandone nella conduzione il gusto della tradizione e il rispetto del territorio. Il processo della maturazione avviene attraverso diradamenti programmati e mirati per ottenere prodotti con standard qualitativi elevati.


La vinificazione avviene con fermentazione spontanea senza utilizzo di lieviti; le successive fasi del processo sono condotte attraverso stoccaggi e travasi. I vini non vengono filtrati , ma puliti per sedimentazione naturale.


Infine per finalizzare la qualità dei vini che richiedono un tempo di affinamento più o meno lungo, ci si affida unicamente alle barrique proporzionandone opportunamente tipologia, annata e tostatura del legno.


VINIFICAZIONE
La vinificazione viene fatta spontaneamente senza aggiunta di lieviti, enzimi o attivanti. Normalmente il 5° giorno successivo alla pigiatura parte la fermentazione che dura circa 12-15 giorni ( dipende dall’annata )in questa fase vengono fatti 2 rimontaggi manuali al mattino e alla sera e si controllano le temperature. Terminata la fermentazione alcolica vengono fatti 2 travasi per pulire il vino e si scalda la cantina per favorire l’inizio della fermentazione malo lattica ( anch’essa spontanea ). Terminata quest’ultima fermentazione si fanno altri 3 travasi per togliere eventuali fondi residui, si fanno le dovute aggiunte di solforosa e inizia la fase di affinamento esclusivamente in barrique. Il Barolo ha un periodo di affinamento di 24 mesi con il 25% di barrique nuove e il 75% di barrique usate mentre il Langhe Nebbiolo resta 12 mesi, ma solamente in barrique usate. Terminato l’affinamento il vino torna in acciaio si controllano i solfiti e dove necessario si fanno le dovute aggiunte. In seguito il vino viene lasciato sedimentare spontaneamente a circa 4°C per circa 15 giorni poi viene travasato altre 2 volte. Verso la fine di agosto, inizio settembre si imbottiglia il vino facendo l’ultima aggiunta di solforosa. Tutti i vini non vengono filtrati e i livelli di solfiti in bottiglia sono circa la metà del valore massimo previsto dal disciplinare di produzione.

Stacks Image 194

I VIGNETI

I vini provengono da vigneti aventi un età compresa tra 10 e 40 anni, il “ La Serra “ è un “ Cru ” storico di La Morra con esposizione sud sud-est. Tutti i vigneti sono gestiti con la massima attenzione dalla potatura alla raccolta. La potatura viene fatta manualmente con sistema Guyot lasciando 2 gemme sullo sperone e 5-6 gemme sul capo a frutto. La gestione estiva dei vigneti è fatta interamente a mano, durante il periodo estivo vengono fatti 2 diradamenti manuali che consentono di avere una produzione di circa 500-700 grammi per pianta per il Barolo e 800-1000 grammi per il Langhe Nebbiolo. La concimazione, fatta solamente post vendemmia, prima del riposo vegetativo, esclusivamente con prodotti naturali (letame). Nella gestione del vigneto non vengono utilizzati diserbanti e le erbe infestanti vengono tagliate. La vendemmia inizia nell’ultima decade di settembre ed è fatta anch’essa manualmente.